Close

Regolamento fluviale

Cari soci,

nel consiglio direttivo dello scorso 23 marzo 2015 è stato approvato un regolamento per l’attività fluviale del Canoa Club.

Scopo di tale regolamento è principalmente quello di rendere più sicura l’attività sociale e motivare tutti gli appassionati di canoa ad apprendere la tecnica necessaria per partecipare alle uscite organizzate dal Canoa Club Verona in sicurezza.

TEMPI E MODALITÀ DI ENTRATA IN VIGORE

Il regolamento entrerà in vigore definitivamente il 1 giugno 2015.

Da oggi fino a tale data il Comitato Tecnico si occuperà di assegnare i livelli ai soci in regola con il tesseramento 2015.

ASSEGNAZIONE INIZIALE LIVELLI

Un livello iniziale sarà assegnato dal Comitato Tecnico a tutti i soci del Club entro il 31 maggio 2015; dopo questa data (ovvero per i nuovi soci) i livelli si otterranno tramite una prova pratica.

Per agevolare tale assegnazione siete pregati di inviare il prima possibile una email con la richiesta di ricevere uno specifico livello al Comitato Tecnico (Filippo Brunetti; mail: filippo.brunetti@gmail.com), il quale valuterà le proposte e, ove possibile, cercherà di accoglierle.

Il livello dei ragazzi delle attività giovanili sarà assegnato dai rispettivi istruttori.

Prima invierete la mail con la richiesta e prima otterrete il vostro livello così da poter partecipare alle prime uscite regolamentate. Se non sapete che livello richiedere fate riferimento alla sezione del regolamento in cui si parla delle abilità tecniche da possedere:

I LIVELLO

Grado del fiume su cui verranno fatte le prove: I grado, acqua piatta o piscina.

Capacità tecniche: Pagaiata il linea retta entro un corridoio definito e senza rotazioni superiori ai 45°; effettuare una traiettoria non lineare ben definita.

Elementi di sicurezza: Ribaltamento e autorecupero dell’attrezzatura (nuoto).

II LIVELLO

Grado del fiume su cui verranno fatte le prove: II grado, correnti tese con piccole onde e morte definite.

Capacità tecniche: Traghetti a punta a monte. Definizione di una traiettoria con entrate in corrente e morta in punti ben definiti.

Elementi di sicurezza: Nuoto in rapida con raggiungimento di facili obiettivi. Uso corretto della corda come pericolante.

III LIVELLO

Grado del fiume su cui verranno fatte le prove: III grado, correnti con onde frangenti, presenza di ostacoli nel fiume.

Capacità tecniche: Eskimo in corrente. Definizione di una traiettoria o un percorso ben definito con traghetti, attraversamento di morte, spostamenti in onde frangenti, entrante in morta e corrente.

Elementi di sicurezza: Nuoto in rapida attraverso onde frangenti o piccoli buchi. Lancio della corda come soccorritore.

IV LIVELLO

Grado del fiume su cui verranno fatte le prove: IV grado, correnti forti con buchi e ostacoli da evitare.

Capacità tecniche: Definizione di traiettorie con boof, entrate in morta e corrente, passaggio attraverso buchi. Eskimo in corrente.

Elementi di sicurezza: Conoscenza dei principi di base per gestire una discesa. Sicura a uomo imbragato, paranchi e nodi di base. Recupero di attrezzatura in rapida.

V LIVELLO

Grado del fiume su cui verranno fatte le prove: V grado

Capacità tecniche: Realizzazione di traiettorie definite. E’ richiesta un’interpretazione corretta da riva delle correnti. La traiettoria verrà definita da riva senza la possibilità di essere provata prima della prova. Potranno essere richiesti percorsi a tempo. Eskimo all’indietro in corrente

Elementi di sicurezza: Utilizzo di imbraghi di emergenza, tecniche di sicurezza avanzate. Basi di rianimazione BLS.


MEMBRI COMITATO TECNICO

Filippo Brunetti, Alessandro Barzon, Fabrizio Faettini.

Scarica il regolamento
designed by filippobrunetti.it